Italian Pavilion al Festival di Cannes

Italian Pavilion al Festival di Cannes

L’attesissima 72a edizione del Festival di Cannes è iniziata. L’Italian Pavilion, un’area di più di 500mq e terrazza vista Montée des Marches, è il luogo dedicato al cinema italiano e il punto d’incontro per conferenze stampa, dibattiti, presentazioni e business meeting.

Italian Pavilion - Festival di Cannes 2019
Italian Pavilion – Festival di Cannes 2019

Aperto dal 14 al 24 maggio, lo spazio presenta Vizi&Virtù, installazione interattiva di lame di luce, laser, fibre ottiche, suoni e immagini del cinema italiano, progettata da Cappelli Identity Design.

L’Italian Pavilion diventa il set di un’immersione sensoriale nel provocante e contraddittorio stato dell’esistenza umana, in cui il labile confine tra vizi e virtù è solo percepito. I laser e le fibre ottiche dividono lo spazio: il visitatore può muoversi da un lato all’altro dell’installazione indefinitamente, attraversando i muri di luce e creando ombre e sfumature vive e intangibili, introducendosi negli elusivi aspetti di vizi e virtù rappresentati da 21 film del cinema italiano.

Italian Pavilion - Festival di Cannes 2019
Italian Pavilion – Festival di Cannes 2019

Inferno o Paradiso? Il finale è imprevedibile. Siamo nel limbo.

Per la prima volta nella storia del Festival di Cannes, l’Italian Pavilion ha presentato il 15 maggio una live performance interattiva di 2 danzatori professionisti e 4 movers. Lame di luce, laser e fibre ottiche sono i suggestivi partner dei performer in un sottile contatto tra corpi e luce.

Movimento, ombre e figure si fondono con le immagini del cinema italiano rivelandone i volti, i vizi e le virtù e divenendo espressione del perpetuo oscillamento che tra essi intercorre.

Italian Pavilion - Festival di Cannes 2019
Italian Pavilion – Festival di Cannes 2019

Concept e design del progetto sono a cura di:

Cappelli Identity Design
Emanuele Cappelli – Creative Direction
Mauro Stancati – Executive Direction
Federico Landini – Music and Sound Design
Massimiliano Dibitonto – Interaction Design
Raffaele Simongini – Film History
Claudia Rossi – Choreography